“ERA ORA”.

Al termine della funzione religiosa, sul sagrato della chiesa, la bara con Giorgio Guidarelli ha sostato per ascoltare per l’ultima volta una musica da lui composta. Dopo un leggero sbandamento, la banda ha suonato: “Era ora”, non la volevano eseguire, ma ricordandosi dello spirito sarcastico del loro maestro l’hanno suonata con tutto il fiato che avevano in corpo anche per buttare fuori tutta la rabbia accumulata per quella morte che si faceva fatica ad accettare.

(39)

 187 total views,  1 views today